Progettazione naturale in 5 punti

Spesso si sente parlare di progettazione naturale, ma a cosa si riferisce esattamente?

Si parla di progettazione naturale riferita  sempre di più a settori specifici  come ad esempio alla luce , cioè alla progettazione dell’illuminazione secondo le regole della natura, dove gli spazi progettati rispettano le ore di sole e sfruttano luci ed ombre naturali.

Progettazione naturale è anche spesso sinonimo usato impropriamente  della progettazione secondo filosofie orientali o mistiche, il Feng Shui  molto in voga anche qui da noi.

Insomma la progettazione naturale cos’è?

La progettazione naturale per punti

  • 1 ) creare e produrre secondo principi di sostenibilità ambientale

Fin troppo facile.

Lo sappiamo tutti che l’ambiente ed il territorio sono oramai al collasso, parlare di sostenibilità  ed occuparsene non è più una moda ma una necessità.

  • 2 ) seguire la naturale inclinazione di materiali e luoghi 

Costruire una casa in legno in Basilicata ed un tetto di tufo in Austria non è naturale, le tecniche antiche dei luoghi rispettano la produzione naturale di materiale di quelle zone e la scelta dei luoghi era sempre rispettosa della natura. Se costruiamo un albergo su un fronte cedevole prima o poi questo cederà.

  • 3) contemplare il valore del tempo nell’uso degli spazi e degli oggetti

Le persone cambiano, invecchiano e con i loro i luoghi , quello che va bene oggi deve essere adatto a domani, dopodomani, ma anche fra 10 anni … il consumismo non ci riguarda più.

  •  4) rispettare l’ergonomia umana reale , ogni oggetto e luogo hanno un loro specifico fruitore

Se Tizio è alto 1.65 m  e Sempronio  2.02 m non potranno usare l’auto con la stessa disinvoltura di Caio che è alto 1.79 m. per non parlare della vasca da bagno , del lavandino e del divano. La standardizzazione ha permesso a tutti di avere accesso alle comodità ma spesso a discapito della naturalezza dei gesti e degli usi.

  • 5) usare  e progettare con le materie prime nella loro forma originaria

Ogni legno ha una sua dote ed un suo difetto, ogni pietra è differente dalla pietra che le sta accanto.  Tutti i residui di lavorazione o gli elementi dismessi sono a loro volta materie prime che necessitano di essere riprogettate e valorizzate.

In generale rispettare le energie intrinseche della materia,delle persone e dei  luoghi.

E secondo voi cos’è la PROGETTAZIONE NATURALE?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...