Sposine Low Cost ed Eco Friendly? Attenzione al Fai da te!

Oggi usciamo un po’ dalla progettazione architettonica e d’interni  per entrare nel mondo degli allestimenti.

Cliente: “Faccio da sola. Così risparmio”.

Con questa premessa sono stata coinvolta in una collaborazione professionale.

Il lavoro  doveva limitarsi ad una consulenza ed un minimo supporto organizzativo.

Nello specifico in un allestimento matrimoniale.

Si è aperto così il fantastico mondo delle sposine fai da te. Non molto lontano dagli allestitori di fiere fai da te, o da curatori improvvisati di esposizioni artistiche.

Il fai da te presuppone tre aspetti fondamentali:

FAI

DA

TE

Ovvero devi essere in grado di FARLO DA SOLO in tempi utili, con un risparmio evidente di tempo e denaro.

Mi dispiace deludervi ma con rare eccezioni  la maggioranza delle sposine  NON è in grado di fare da sola. Stesso discorso vale per esibizioni artistiche, fiere e stand.

Ma soffermiamoci sugli allestimenti matrimoniali.

Risultati immagini per matrimonio low cost

 

La tendenza è quella di organizzare e creare per poi pagare una Weeding Planner che gestisce la sola giornata matrimoniale.

 

Già qui il primo errore. Perché pagare una professionista  una cifra importante  per delegargli solo la gestione delle vostre idee? La wedding planner  è una persona che può a fronte di un budget dichiarato organizzare il matrimonio dei vostri sogni facendovi pure risparmiare.

 

Ricordiamoci che non è il suo primo matrimonio, conosce i rivenditori, le tempistiche e con molta probabilità  anche alcune convenzioni da giocarsi come assi nella manica.

Se dopo un pomeriggio passato su Pinterest avete deciso che siete assolutamente in gradi di realizzare addobbi, allestimenti etc etc eccovi le regole da non dimenticare:

Risultati immagini per matrimonio low cost Risultati immagini per matrimonio low cost

  • Le foto prese nel web hanno i filtri, che non è una malattia o una caratteristica genetica, ma semplicemente sono taroccate, l’effetto finale potrebbe essere molto differente….ma molto!

Risultati immagini per wedding planner

  • Se non avete mai messo un bottone difficilmente vi verrà una rilegatura giapponese se non dopo almeno 10 prove con relativo dispendio di materiale e tempo ( pratica non sostenibile! );

 

Risultati immagini per wedding book handmade

  • Il vostro tempo vale! a meno che  non siate ereditiere  e del fai da te non ve ne frega niente… perché in questo caso il matrimonio ve lo organizza Enzo Miccio e i suoi 15 cloni che tiene nell’armadio per queste occasioni ;

Risultati immagini per enzo miccio

  • Riciclato significa riciclato, non c’è nulla di sostenibile nell’acquisto compulsivo di oggetti da destinare al riciclo per fare addobbi Shabby chic  o eco friendly;

Risultati immagini per decorazioni riciclate matrimonio

  • Gli allestimenti vanno poi montati  e voi non avrete tempo; ma neppure vostro cugino e tanto meno vostra cognata!

Risultati immagini per allestimento  matrimonio

  • L’effetto scenografico non viene per magia ma va studiato e progettato prima! (rispettiamo i professionisti!)

Risultati immagini per progetto allestimento  matrimonio

  • I giri in auto a cercare materiali/fioristi e location a buon prezzo costano! alla fine rischiate di spendere il triplo e inquinare il quadruplo;

Risultati immagini per matrimonio low cost Risultati immagini per matrimonio low cost Risultati immagini per matrimonio low cost

Potrei continuare l’elenco ma il consiglio è quello di rivolgersi ad un professionista, fatevi fare un preventivo e  date un valore al vostro tempo!

 

 

 

Annunci

Verdure alla fermata del tram e fiori tra i porfidi del centro

Finalmente con un po’ di ritardo sul calendario inizia la primavera.

Giornate più lunghe, temperature più calde ma sopratutto fiori , piante, orti e giardini che rinascono a nuova vita.

Fiori che sfidano cemento ed asfalto.

guerrilla-gardening-version-miniature-L-QVJEnb1

 

Camminando per la città non possiamo non associare questi fenomeni di riappropriazione naturale con un fenomeno di riappropriazione simile ma totalmente artificiale : la Guerrilla Gardening .

La Guerrilla Gardening è una forma di attivismo politico il cui obiettivo è quello di “difendere la terra” con atti volti a sensibilizzare l’opinione pubblica tramite la cura non autorizzata e l’inserimento abusivo di aree coltivate o semplicemente fiorite all’interno dei circuiti cittadini. In poche parole un’azione di Guerrila Gardening è l’impianto di un’aiuola fiorita in una fascia di verde residuo cittadino o l’appropriazione di un’area verde non definita da nessuna funzione e la sua coltivazione per scopi alimentari ( ci piantono i pomodori!)

14328_1

Uno degli elementi che contraddistinguono la parte più attiva della Guerrilla sono le Bombe di Semi ( Seed Bombs) delle vere e proprie bombe ( buone!) di argilla e semi che una volta lanciate ( !!!!) o meglio rilasciate sul terreno e in questo caso nei vari angoli della città fioriscono rivendicando un po’ di natura nel grigio cittadino.

 

Con l’aumento della sensibilizzazione verso il valore della terra le Seed bombs sono entrate a far parte dell’immaginario collettivo anche grazie a progetti di Design ed Artigianato che le ripropongono in una nuova veste.

 

 

Come spesso accade la strada  e l’attivismo diventano muse ispiratrici per il design, troviamo così, navigando in rete progetti di Seed Bombs regalo ( di grande tendenza nei matrimoni Eco) e di carte che fioriscono .

Recentemente è salita alla ribalta la notizia del giornale giapponese che una volta piantato germoglia, ma non serve andare lontano, già da parecchi anni le  attivissime mamme italiane eco si sbizzarriscono con carte fai da te mischiate con semi , o interessanti kit di semina artigianali.

giornale

Qui sotto una collana di bombe di semi e delle bomboniere da piantare!

 

Le Bombe di Semi sono le uniche bombe che fanno bene al mondo.

Design: Carte Eco di alghe e arance.

Carte, cartoncini. Oggi il design è fatto anche di questo.

Enormi potenzialità ed enorme scelta. Cartiere, service online , carte fatte a mano.

In termini di sostenibilità la carta migliore è quella non sprecata. Ma se mette insieme  riuso ed innovazione insieme al Made in Italy  non ci dispiace.

Probabilmente molti ne avranno già sentito parlare, alcuni designer e creativi la usano già da anni: è la carta fatta di alghe.

shiro-coverSi tratta di una linea di carte ecologiche SHIRO  a base di biomasse rinnovabili  non di legno dell’Azienda Favini.

Si tratta di una carta di qualità superiore che ha la tendenza a modificare la tonalità  nel tempo tendendo al bianco proprio per la presenza delle particelle dell’alga  in superficie.

Il prodotto ebbe vita negli anni ’90 quando la costa e la laguna veneziana erano infestati da questa alga , la cartiera Favini diede vita a questo progetto di raccolta ed inserimento dell’alga nella filiera di produzione della carta.

1/2 chilo di alghe per 1 chilo di carta.

L’alga altamente inquinante ma non tossica per l’uomo  trova una sua collocazione sostenibile all’interno dei processo produttivo della carta.

Sempre la Favini ha avviato un programma di riuso delle bucce d’arancia ( residui di lavorazione industriale)  per la realizzazione di CRUSH….

Questa è la loro pagina dei MATERIALI ALTERNATIVI consiglio di darci un’occhiata per valutare le enormi potenzialità dei residui industriali, e respirare un buon MADE IN ITALY ECO….anzi un buon Fatto in Italia.